Un sito che ti fa guadagnare con un “like”

Un sito che ti fa guadagnare con un “like”

4 Aprile 2019 0 Di admin

“Like”, “share”, “follow”, ogni utente della Rete ogni giorno compie tante azioni social, a titolo gratuito. E se, invece, potesse guadagnarci?

Da qui sono partiti Tommaso Chiorino, 37 anni, e Guido Arata, 24 anni, fondatore e responsabile tecnico di Done!azienda di servizi Web, e incubatore di startup digitali.

Dalle loro menti e da quelle del team nasce Punctis, una piattaforma dove gli utenti possono raccogliere punti (attraverso “like”, condivisioni, iscrizioni a newsletter ecc.) per ottenere buoni sconto su uno dei circa 10mila prodotti disponibili sul sito (elettronica, abbigliamento, bellezza, libri…).

Come funziona?

L’utente si iscrive alla piattaforma e ha accesso al catalogo dei prodotti disponibili. Ottiene punti compiendo azioni social (condividere articoli, scrivere recensioni, mettere un like…) sui siti con cui abbiamo stretto accordi (Domus, MyMovies, 2Spaghi, Leonardo.it, Blogo.it). Accumulati i punti può decidere di spenderli. Allora deve recarsi su Punctis, gli sarà fornito un codice con il quale potrà acquistare il prodotto scontato direttamente sul sito dell’e-commerce specifico che lo vende».

Qual è il valore di un “like”, di una “condivisione”…?

Un “like” può fruttare 100 punti, uno share il doppio e una registrazione a una newsletter anche il triplo. Sono gli operatori che aderiscono al programma Punctis a determinare l’ammontare di punti da assegnare agli utenti per singola attività. Con 1.000, per esempio, un utente può acquistare un orologio Calvin Klein da 450 euro pagandolo 300, con un risparmio netto di 150 euro. Unico limite: può compiere solo cinque azioni in un’ora».

Come nasce l’idea?

Nasce perché i nostri clienti ci chiedevano un modo innovativo di fidelizzare i consumatori, che non avesse per loro costi dispendiosi».

Come guadagna il sito?

Offriamo il servizio gratuito a chi volesse utilizzarlo (siti di informazione, e-commerce…). Ci viene riconosciuta una fee una volta che l’utente avrà acquistato. La percentuale è variabile».

Come si fa innovazione nel e-commerce?

Analizzando con attenzione i modelli di successo del passato e provando a portarli nel futuro con i mezzi di oggi. La vera innovazione nasce da una piccola invenzione, non bisogna pensare macro, ma micro con un modello innovativo e internazionalizzabile guardando, come nel caso di Punctis, al mercato asiatico e nordamericano. Poi creare un sito che non sia una semplice vetrina, ma che, con blog e modi sempre nuovi di coinvolgimento, sappia appassionare gli utenti».

Guarda il video:

INFO: http://punctis.com/